Conclusa la XII edizione dei Marconi Radio Days

logo

La dimensione metropolitana convince pubblico e promotori: così Marconi ritrova la sua “grandezza”

 

Si è ufficialmente conclusa la XII edizione dei Marconi Radio Days, la rassegna che celebra Guglielmo Marconi e lo sviluppo delle sue scoperte. Il bilancio è molto positivo: una trentina di appuntamenti molto partecipati, che hanno coinvolto gran parte del territorio metropolitano per offrire ai cittadini qualificate occasioni di riflessione e conoscenza sui temi della comunicazione, del giornalismo e della ricerca tecnologica.


La città di Bologna (a Palazzo d’Accursio) ha ospitato la mostra fotografica “L’hardware ritrovato” di Alessandro Rivola (in collaborazione con la Galleria d’Arte Stefano Forni) e il convegno organizzato da Lepida sullo “stato dell’arte” delle reti broadband per la diffusione della banda ultra larga, a cui hanno partecipato circa 150 operatori del settore, una ventina di relatori e una trentina di utenti collegati in streaming per tutta la durata del convegno (ore 9-18).
In collaborazione con L’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna e la Città Metropolitana è stato inserito nel programma un interessante appuntamento formativo per i giornalisti e per gli operatori del settore dedicato a Social Media e promozione del territorio, l’Aeroporto Marconi ha ospitato un talk show televisivo nella business lounge (con annesso aperitivo), in collaborazione con il Museo Pelagalli e, sempre a Bologna, questa volta in Sala Borsa, sono stati organizzati un approfondito appuntamento sull’Agenda Digitale e i workshop collegati.


Ad Anzola dell’Emilia si è parlato della scena underground musicale anni ’60 che ha preparato il terreno all’avvento delle radio libere; a Bentivoglio e Molinella sono stati organizzati eventi dedicati all’alfabetizzazione digitale; San Giovanni in Persiceto e Medicina hanno aperto i luoghi simbolici dedicati alla ricerca scientifica come il Museo del Cielo e della Terra (con annesso planetario) e il Radio Telescopio per visite guidate, mentre Pianoro e Sasso Marconi hanno dedicato spazi alla musica ispirata a Marconi e alle sue intuizioni.


Sasso Marconi è comunque “la culla” del wireless e, come vuole la tradizione, l’evento principale della rassegna si è tenuto proprio a Sasso dove sono stati premiati i grandi comunicatori del nostro tempo: l’edizione 2017 del Premio Città di Sasso Marconi ha visto sul palco il giornalista Enrico Mentana, la conduttrice televisiva Licia Colò, i ragazzi dei Radioimmaginaria e i protagonisti del progetto “Sognando Gianni Morandi”, coinvolti in interviste da parte dei giurati del Premio e in siparietti di spettacolo insieme al trio comico-musicale Jash Gawronsky Brothers.

 

Il pubblico della rassegna ha potuto assistere alla proiezione del film The Circle (USA 2017, con Tom Hanks ed Emma Watson) dedicato ai pericoli e alle implicazioni per la privacy nel mondo digitale. Una mostra di cimeli marconiani e oggetti da collezione ha fatto da cornice al banchetto per l’annullo postale commemorativo (a cura del Circolo Filatelico G. Marconi).

 

Il luogo simbolico per eccellenza è la Villa Griffone a Pontecchio, dove Marconi realizzò i suoi primi e decisivi esperimenti alla fine dell’800 e dove la rassegna è stata chiusa tra collegamenti internazionali con i radioamatori di tutto il mondo, visite guidate alla Villa e al Museo Marconi e un pomeriggio di approfondimenti scientifici, spettacolo (a cura di Angela Malfitano) con assaggi di musical (a cura di Tania Bellanca) e di prodotti tipici street food con l’APE_ritivo di Sasso Marconi.


La rassegna, organizzata dalla Città di Sasso Marconi e promossa da Fondazione G. Marconi, Regione E-R, Città Metropolitana di Bologna, per la prima volta ha coinvolto il Comune di Bologna (con il patrocinio dell’Università di Bologna, del Ministero per lo Sviluppo Economico e della sede Rai Regionale). I promotori hanno sottolineato in più occasioni come questa “prima” edizione metropolitana sia più adeguata a celebrare la grandezza di un personaggio come Guglielmo Marconi e di come questa sia la strada da seguire anche in futuro.


La manifestazione potrebbe dunque tornare ad essere un appuntamento annuale nel caso in cui fosse confermato il sostegno da parte dei promotori e con l’ingresso di nuovi sponsor privati per aumentare la quantità e la qualità degli appuntamenti). A questo proposito i temi chiave della rassegna, ovvero innovazione, ricerca, comunicazione, startup sono particolarmente congeniali a celebrare l’eccellenza dei distretti produttivi locali, coinvolgendo un territorio sempre più ampio e incrementando il numero di aziende interessate ad abbinare il proprio brand ad una rassegna dedicata a Marconi.

 

La rassegna è coordinata da Enzo Chiarullo
Ufficio Comunicazione | Città di Sasso Marconi
Cell. 349 5690399

 

 
 
 
 
Edizione 2017